Come creare un business plan per una piccola impresa: organizzazione di piccole imprese

Il punto di partenza per l'organizzazione di un business è considerato l'emergere di un'idea adeguata, ma vale la pena sapere come fare un business plan per una piccola impresa in modo che il business diventi redditizio e gli investitori non abbiano paura di investire il proprio capitale nello sviluppo del business.

Come fare un business plan per una piccola impresa

È risaputo che gli imprenditori non sempre vogliono mettere le loro idee e strategie sulla carta e sono invano, in quanto un business plan correttamente redatto fornirà l'opportunità di vedere in anticipo gli errori e le difficoltà che un imprenditore dovrà affrontare nel processo di implementazione della sua idea. Se un'azienda è chiamata piccola, non significa affatto che la sua implementazione non richieda lo sviluppo di un preciso piano d'azione.

Ci sono situazioni in cui uno pseudo-imprenditore sta preparando un piano aziendale in fretta su richiesta di futuri investitori o su insistenza del dipartimento di credito della banca, in cui sta andando a prendere un prestito per attuare la sua idea. In questo documento, vengono spesso utilizzate cifre non realistiche e tutti i calcoli sono fatti in modo che gli investitori apprezzino il risultato finale. Lo sviluppo di tale situazione sarà sfavorevole per l'imprenditore, dal momento che, nel migliore dei casi, verrà rifiutato e, nel peggiore dei casi, la sua reputazione sarà offuscata dalla comunità degli affari. Nessuno vuole lavorare con gli imbroglioni. Un business plan è una parte importante di un'azienda. Rivelerà l'essenza dell'idea e le sue prospettive per gli investitori e per l'imprenditore stesso.

Grafico del piano aziendale

È importante che nel processo di creazione di un documento un imprenditore possa affrontare la presenza di tali problemi che lo spingono ad abbandonare la sua idea oa provarne un'altra. Ad oggi, sono state utilizzate molte tecniche, lavorando su cui elaborare un business plan non sarà un processo così laborioso, ma vale comunque la pena fare uno sforzo e non utilizzare modelli già pronti e certamente non comprare un documento finito da persone non autorizzate.

Molto spesso, è necessario un business plan per un imprenditore che ha intenzione di ottenere un prestito da una banca. Per inviare documenti alla struttura finanziaria da cui dipende il futuro della tua attività, si consiglia di utilizzare i servizi di un professionista che, insieme a te, sarà in grado di redigere un piano aziendale competente in base a tutte le regole. Parallelamente, un imprenditore deve redigere un piano aziendale diverso per se stesso, al fine di capire se vale la pena iniziare o meglio abbandonare la realizzazione della sua idea. Il documento è progettato per valutare tutti i pro e contro, per raccogliere in un mucchio tutte le idee. La pianificazione strategica è fondamentale per l'apertura di un business di successo, quindi lo sviluppo di un business plan è importante non solo per i principianti, ma anche per gli imprenditori con una lunga storia di lavoro.

A prescindere che un'impresa di grandi dimensioni faccia un documento o un piccolo imprenditore, deve rivelare i seguenti punti: qual è il piano per aprire un'impresa, quali sono i risultati attesi, la competitività, la stabilità finanziaria, la reazione all'introduzione di fattori esterni.

L'opzione ideale è quando un imprenditore sviluppa personalmente un business plan con l'aiuto di programmi speciali. Non preoccuparti di non avere abbastanza conoscenze per fare il business plan perfetto. Se sai da dentro il lavoro del business che stai per organizzare, allora questa conoscenza sarà abbastanza.

Prima di tutto, nella fase iniziale di redazione del documento, è necessario valutare realisticamente gli investimenti finanziari che saranno necessari nel processo di organizzazione del caso. Quando si calcola la voce "Spese", si consiglia di aumentarla di almeno il 10% al fine di evitare una carenza.

Il prossimo passo è analizzare la situazione ed è l'ipotesi sul profitto che si sta contando su giustificabile? Semplicemente, ci sono casi in cui un imprenditore alle prime armi, scegliendo una direzione aziendale, copia i suoi familiari imprenditori che sono riusciti a implementare questa stessa idea, ma vale la pena apprezzare davvero la loro forza. Sei bravo a colpire l'area con cui vuoi fare affari? La decisione migliore quando si sceglie una direzione sarà il fatto di lavorare nella struttura appropriata. Dai uno sguardo più da vicino alle sfumature del lavoro dei tuoi concorrenti, pensa, riuscirai a padroneggiare questo aspetto del lavoro? Analizzare da dove hanno preso la base di clienti? Considera i tuoi vantaggi e svantaggi. Ogni articolo pubblicato deve essere analizzato, registrato e valutato con sobrietà!

Una volta calcolati gli elementi di spesa e reddito, è possibile calcolare il possibile profitto. Nei calcoli, è necessario specificare entrambe le opzioni con costi minimi e massimi. Nel processo, lavorare su un'opzione più redditizia.

Un altro passo importante nel processo di come fare un business plan per una piccola impresa è determinare il ritorno sull'affare. Per calcolare il tempo di ritorno dell'investimento richiesto l'ammontare delle iniezioni finanziarie spese per lo sviluppo diviso per il reddito stimato dell'azienda per il mese. La cifra finale può rimuovere gli occhiali rosa dagli imprenditori che pensano che sia necessario trovare l'idea giusta e la sua implementazione inizierà immediatamente a generare entrate elevate. Prima di iniziare a ricevere un reddito netto può richiedere da sei mesi a tre anni. Vale la pena valutare realisticamente le tue capacità e decidere se puoi mantenere a galla la tua attività mentre è in perdita o zero. Se, anche nei calcoli preliminari del piano aziendale, il periodo di ammortamento è di tre anni, si consiglia di non iniziare nemmeno l'organizzazione di tale attività.

Un piano aziendale delinea gli obiettivi e i piani dell'azienda per un determinato periodo di tempo. La fretta in questo caso non è il benvenuto, perché c'è la possibilità di presentare la situazione troppo rosea, di quanto non sia in realtà. Dal set di compiti non dovrebbero solo portare ambizioni, dovrebbero essere fattibili. Qualsiasi investitore non sprecherà i suoi soldi, deve vedere se anche le piccole imprese hanno il potenziale. Più implementerai i compiti, più velocemente sarai in grado di rafforzare la tua reputazione di imprenditore responsabile.

Non è necessario includere date specifiche nel piano aziendale, perché in questo caso sarà necessario dettagliare tutti i grafici, le applicazioni e specificare gli obiettivi. E se le scadenze annunciate non vengono mantenute, ciò influenzerà negativamente la fiducia degli investitori. Nella tua copia, che rimane all'interno dell'azienda, puoi lasciare date e orari dettagliati, ma nel piano aziendale principale, che cadrà nelle mani dei futuri investitori, è consigliabile descrivere semplicemente i punti più importanti del lavoro e le sue fasi. È chiaro che abbandonare completamente la descrizione esatta delle fasi principali dello sviluppo del business non è la soluzione migliore per qualsiasi critico che critica tale documento. Utilizza le date esatte solo nei casi in cui sei pienamente sicuro di essere stato in grado di calcolare correttamente tutti i dati.

Se si decide di creare un piano aziendale solo per uso personale interno, le fasi dello sviluppo del business e il raggiungimento degli obiettivi definiti nei paragrafi possono mostrare tutti gli aspetti positivi della strategia scelta e rivelare gli aspetti negativi che possono sorgere nel processo di lavoro. Lo schema del mercato è abbastanza semplice e consiste nel fatto che la domanda genera offerta. Funziona efficacemente per molti anni. Non c'è bisogno di fare affidamento sul possibile successo o possibilità, lavorare solo con fiducia nelle proprie forze.

E quando arriva il primo reddito, non perdete il momento in cui il suo ammontare supererà le spese correnti per lo sviluppo e l'attuazione degli obiettivi. La pianificazione aziendale sta accadendo proprio per essere in grado di evitare errori seri che possono portare un imprenditore a completare la bancarotta. A tale scopo tutti i possibili rischi sono calcolati in anticipo in base al piano aziendale finito e non importa se una piccola impresa o una grande questa procedura è obbligatoria. Questo è l'unico modo per garantire che gli investimenti finanziari nello sviluppo di idee non solo paghino, ma porteranno anche profitti regolari e garantiti.

In conclusione, possiamo dire che prima di fare un business plan per una piccola impresa, vale la pena decidere se si può tirare questa quantità di lavoro da soli, perché l'imprenditore è tenuto ad avere il minimo di conoscenza nel campo dell'economia e della legislazione fiscale. Ricorda che il business non riconosce l'approssimazione, ma solo pragmatismo, fiducia e pianificazione accurata.

Guarda il video: Imprenditori di Successo: Videocorso Pratico (Potrebbe 2019).