Redditività della formula: l'essenza e il valore della redditività

Per determinare l'efficacia dell'attività commerciale di un'azienda, viene utilizzato un numero sufficientemente ampio di vari parametri, ma per vedere le dinamiche dei cambiamenti in questo indicatore (o per condurre un'analisi comparativa del lavoro di diverse aziende), viene solitamente utilizzata la formula della redditività dell'intera azienda o dei suoi prodotti, beni ecc.

Redditività della formula

Molti uomini d'affari considerano la redditività come una categoria che interessa principalmente teorici economici e dipendenti di grandi aziende, dove spesso ci sono interi reparti che si occupano dello sviluppo del business e dell'analisi dei risultati ottenuti. Cioè, per le imprese classificate come medie o piccole imprese, lo studio e il calcolo di tutti i tipi di redditività sono facoltativi e i leader di tali società raramente studiano questi indicatori. Ma questa attitudine alla redditività è sbagliata.

Se non disponi di informazioni su come vengono utilizzate le risorse dell'azienda, non sarai in grado di identificare opportunità potenziali nascoste e non saprai quale direzione della tua attività è la più efficace. Senza questi parametri, sarà molto difficile per voi sviluppare l'azienda, oltre a trovare modi per aumentare le entrate senza modificare la quantità e la qualità delle risorse materiali utilizzate per fabbricare i vostri prodotti. Nell'articolo presentato troverete informazioni utili sulla redditività, studiate i suoi principali tipi e scoprite quali sono i modi per migliorare l'efficienza delle attività commerciali.

L'essenza e il valore della redditività

Indicatori come il profitto, il fatturato o il volume delle vendite per il mese o il trimestre / anno sono assoluti e non sempre riflettono il quadro reale delle attività commerciali dell'impresa per il confronto con altre società. Ciò complica enormemente il processo di determinazione di una direzione aziendale più efficiente. Ad esempio, l'impresa "A" nel 2016 ha venduto 10 mila paia di scarpe e la società "B" nello stesso anno - 12 mila paia di prodotti finiti. La maggior parte dei lettori decide che la ditta "B" ha lavorato in modo più efficiente e ha più alti tassi di attività economica di quella di un'impresa concorrente, ma non è questo il caso.

A causa del fatto che la ditta "A" utilizza attrezzature più moderne, il prezzo di costo dei suoi prodotti non supera i mille rubli (un paio di scarpe), ei concorrenti spendono uno e mezzo migliaio di rubli per produrre una coppia. Il valore di mercato delle scarpe presentate è di 2 mila rubli, il che significa che la prima compagnia riceverà 20 milioni di entrate, e il secondo 24 milioni di rubli, ei profitti dei produttori di scarpe saranno 10 milioni (impresa A) e 6 milioni (impresa B "). Questo indicatore è considerato come segue: il suo prezzo di costo è tolto dal valore di mercato dei prodotti finiti (una coppia), e il risultato è moltiplicato per il numero di prodotti venduti, (2 mila - 1 mila) x 10 mila = 10 milioni di rubli.

Sulla base dell'esempio presentato, possiamo concludere che per studiare l'efficienza dell'impresa con l'aiuto di indicatori assoluti, è necessario conoscere tutti i loro valori. Qualsiasi parametro non consente di trarre conclusioni sul fatto che la tua azienda funzioni meglio dei rappresentanti delle aziende concorrenti. D'altra parte, gli indicatori di redditività attualmente utilizzati non solo offrono l'opportunità di determinare quale entità aziendale funziona meglio, ma consentono anche di scoprire l'efficienza dell'utilizzo delle risorse dell'azienda.

Nei libri di testo sull'economia delle imprese troverete una definizione di redditività, come indicatore relativo dell'efficienza dell'impresa e del suo uso per la produzione delle risorse necessarie. Puoi anche dire che questa categoria mostra il profitto che riceverai per unità di risorse speso. Per semplificare la comprensione della dichiarazione presentata, considera un esempio di vita reale.

Una società impegnata nella produzione di tubi per l'acqua in plastica spende 100 mila rubli per la produzione e la vendita dei suoi prodotti, il suo utile netto è di 25 mila, utilizzando la formula di redditività del prodotto (dividiamo l'utile netto per il prezzo di costo e lo moltiplichiamo del 100%), otteniamo il valore dell'interesse indicatore - 25 percento. Ciò significa che ciascuno investito nella produzione di tubi dell'acqua, un centinaio di rubli porterà l'investitore 25 rubli. utile netto.

tipi

I teorici dell'economia delle imprese assegnano una lista piuttosto ampia di diversi tipi di redditività, ma nella pratica, di norma, vengono utilizzati i seguenti indicatori:

  • Redditività del prodotto (un esempio di questo tipo è già stato menzionato sopra). La funzione principale dell'indicatore presentato è determinare la razionalità e la fattibilità economica della produzione di un particolare prodotto.

  • Return on assets - un ampio gruppo di indicatori di redditività, che consentono di determinare il livello di efficienza dell'utilizzo delle attività della società. Questa categoria include le proprie risorse finanziarie, prestiti, investimenti. L'obiettivo principale di questo strumento è determinare l'efficacia dell'uso dei fondi nelle diverse fasi della formazione e dello sviluppo di un'impresa. Inoltre, mostra se è necessario attrarre risorse finanziarie aggiuntive e quali benefici porteranno alla società. Se si intende attirare investitori per il proprio business, è necessario studiare questa categoria con molta attenzione, al fine di non ricordare solo le formule utilizzate per il calcolo della redditività, ma anche per comprendere il significato di tutti i suoi parametri.

  • Se sai come calcolare la redditività delle attività di un'azienda, sarà molto più facile per te gestire uno strumento come la redditività della produzione. Questa categoria ti aiuterà a scoprire quanto efficace e opportuno sarà lo sviluppo di una specifica linea di business o di un progetto commerciale separato.

Oltre ai tipi di indicatori elencati, alcuni imprenditori utilizzano nelle loro attività pratiche strumenti quali la redditività del personale e il ritorno sull'investimento. Ma nei libri di testo sull'economia delle imprese si possono trovare altri tipi di redditività, alcuni sono utilizzati molto raramente nella pratica, altri sono caratteristici di alcune aree dell'attività commerciale. Vi sono anche tipi che sono rilevanti per l'impresa in determinate condizioni (ad esempio, quando una società ripaga un prestito e analizza la struttura delle risorse finanziarie), ma dopo un mese / trimestre questi indicatori di redditività non vengono più utilizzati.

Per comprendere appieno questo argomento, è necessario attirare l'attenzione dei lettori sul fatto che i teorici identificano tre gruppi di redditività:

  • mostra l'efficacia dell'uso degli investimenti e dei costi propri (costi di produzione variabili e fissi);

  • dimostra la redditività della vendita di beni;

  • caratterizza la redditività dell'intero capitale dell'impresa o dei suoi singoli elementi.

Presta attenzione al fatto che la redditività può essere calcolata sulla base dell'utile netto, del risultato operativo, delle entrate lorde o degli utili non distribuiti.

Analisi dell'efficienza delle risorse

Il livello di redditività della tua azienda è uno dei principali indicatori attentamente monitorati dai potenziali investitori. Ciò tiene conto dei calcoli sulla base di: capitale totale (senza prestiti), nonché capitale netto ed equità. Il rapporto tra l'utile netto della società, a sua volta, per ciascun tipo di capitale, mostra il reddito che una società apporta in un rublo di investimenti (aumento del capitale della società).

Se è necessario analizzare la redditività di due imprese, è necessario utilizzare gli stessi indicatori (ad esempio, sulla base del patrimonio netto) e prendere l'utile netto che le imprese hanno ricevuto durante lo stesso periodo di tempo (mese, trimestre o anno). Ci sono situazioni in cui le aziende forniscono margini di profitto di confronto per diversi periodi di tempo. Quindi si consiglia di effettuare i ricalcoli, concentrandosi su un anno di calendario.

Questo periodo è il più comune e, pertanto, il più conveniente, sia per confrontare le prestazioni di diverse aziende, sia per le statistiche interne o per preparare i documenti di reportistica per l'azienda. Inoltre, non dimenticare che tali indicatori importanti per qualsiasi attività, come il costo dei fondi presi a prestito o il tasso di inflazione, sono calcolati anche in termini annuali. Questa transizione è fatta abbastanza semplicemente. Ad esempio, un'entità commerciale ha avuto una redditività del 4% per il trimestre, quindi per conoscere il tasso annuale è necessario il 4% x (360 giorni / 90 giorni) = 16%.

Studiando l'argomento presentato, è necessario capire come viene eseguito il calcolo della redditività.

Di norma, questo indicatore dipende dalla quantità di utile netto che un'impresa riceve per un certo periodo di tempo e dal tipo di redditività a cui siamo interessati:

  • rendimento delle attività = utile netto / totale attivo * 100%;

  • return on equity = utile netto / patrimonio netto * 100%;

  • ritorno sulle vendite = utile netto / ricavi da vendite di prodotti * 100%.

Questo algoritmo viene inoltre mantenuto per determinare altri tipi di redditività, ad eccezione degli indicatori calcolati sulla base dei dati di bilancio della società, che sono gestiti dal capo contabile dell'impresa o da un dipendente che svolge le sue funzioni.

Effettuare i calcoli della redditività, prestare attenzione al fatto che essi caratterizzano un certo periodo di tempo. Se questo mese hai acquistato attrezzature, rilasciato permessi e invitato nuovi dipendenti a sviluppare una linea di business promettente, ma non hai ricevuto un centesimo di profitto, allora alcuni indicatori potrebbero assumere valori negativi, ma questo non significa che la tua attività arriverà presto. " affonderà. " Sfortunatamente, nelle formule, la redditività è il solito valore numerico che non può mostrare le prospettive di crescita future.

Un altro punto importante per l'analisi della redditività è associato all'inflazione. Ad esempio, durante una crisi, i prezzi all'inizio dell'anno sono molto diversi dal costo delle merci in novembre-dicembre e si conta l'utile netto per l'intero anno solare, cioè c'è una certa scorrettezza dei calcoli. Contabili e imprenditori esperti raccomandano di prendere in considerazione l'indice di inflazione, che "appianta" i risultati dell'inflazione nei loro calcoli.

Ci sono situazioni in cui il capo di una società va in rovina, mette in moto diversi progetti di business pericolosi e ottiene enormi profitti in un breve periodo di tempo. In questi casi, la maggior parte degli indicatori di redditività assumerà valori molto alti, ma non riflettono il quadro reale dell'operazione dell'impresa (assicurati di considerare questo fattore).

Modi per migliorare la redditività

Non è necessario essere un grande economista per capire che migliorare la redditività di un'azienda è un punto chiave per qualsiasi imprenditore che sta cercando di aumentare i suoi profitti. Considerando il fattore che la redditività è direttamente proporzionale al profitto (reddito lordo) e inversamente proporzionale all'investimento di fondi, significa che per aumentare il parametro di interesse, è necessario ridurre l'ultimo indicatore e aumentare il primo. L'uso efficiente di tutte le risorse dell'azienda e la modalità economica del suo lavoro ti aiuteranno a raggiungere il tuo obiettivo.

Inoltre, in aziende multi-profilo è possibile condurre un'analisi economica approfondita di tutte le attività, individuare le più redditizie e promettenti e quindi elaborare un piano aziendale per riorganizzare l'azienda al fine di produrre il massimo dei prodotti altamente redditizi. Ma in questo caso, è necessario tener conto dell'opinione del pubblico di destinazione e della situazione generale del mercato. A volte ci sono situazioni in cui è necessario produrre beni che quasi non generano reddito, ma grazie a loro la realizzazione di prodotti redditizi.

Oltre alle misure a cui spinge la formula per il calcolo della redditività, è necessario studiare attentamente la struttura dei costi dei prodotti prodotti. L'acquisizione di materie prime in molte aree di attività industriale a un costo è uno dei primi posti. Dirigere tutti i punti di forza, le conoscenze e l'esperienza per ottenere una riduzione dei prezzi dei materiali necessari dai fornitori, usando come argomento il fatto che una diminuzione dei costi contribuirà ad aumentare i volumi di vendita di merci sia da voi che da lui. Puoi usare un piccolo ricatto, suggerire che ci sono altri fornitori in città, ma in questo caso devi agire molto attentamente se apprezzi le relazioni con i rappresentanti di questa azienda.

Un'attenzione particolare merita lo staff dell'azienda e il modo in cui i dipendenti utilizzano il proprio orario di lavoro. Forse qualcuno guadagna uno stipendio immeritatamente, e alcune posizioni possono essere combinate in uno aumentando il salario a un dipendente responsabile e riducendo i lavoratori non necessari. Utilizzare diversi modi di motivazione, non risparmiare denaro per dipendenti responsabili e laboriosi. Se la tua attività è stagionale, sviluppa uno schema per mantenere il numero ottimale di dipendenti e non perdere dipendenti buoni.

Nel processo di creazione di un piano aziendale, assicurati di prestare attenzione a questo concetto, come soglia della redditività (molti lettori hanno familiarità con questa categoria, ma sotto il nome - il punto di pareggio). Una nuova impresa, aumentando gradualmente la produzione e le vendite di prodotti, dovrebbe, non appena possibile, raggiungere il livello quando l'impresa "si provvede da sola" ma non porta reddito al proprietario e quindi "supera" la soglia della redditività.

Ogni campo di attività ha i propri metodi per determinare il punto di pareggio, quindi non ci sono suggerimenti universali in questa materia. La cosa principale è lavorare, non essere coinvolti in varie proposte avventurose, "essere amici" con i rappresentanti dell'ispettorato fiscale e di altri organismi di regolamentazione. Allora ci riuscirai e la formula che utilizzerai per determinare la redditività alla fine di ogni trimestre ti soddisferà con indicatori ottimistici.